Formae Lucis

Didasclie parlanti

Il mosaico del Battistero di Albenga

Lo splendido acquarello che stai ammirando è stato realizzato da Jorghia e riprende il mosaico posto all’interno del Battistero Paleocristiano di Albenga. Osservandolo, potrai notare molti simboli che proveremo a scoprire insieme.

È databile alla prima metà del VI secolo ed è un mosaico bizantino.

Quest’opera si trova nella volta della nicchia centrale del Battistero ed è uno splendido mosaico policromo (cioè a più colori), realizzato con tessere di pasta vitrea (pasta di vetro).

Il centro del mosaico nel Battistero Paleocristiano è il CHRISMON, la combinazione di lettere in un unico segno, ottenuto intrecciando le iniziali del nome di Cristo in greco: X (chi) e P (rho); il simbolo è affiancato dalle lettere A e Ω (prima e ultima lettera dell’alfabeto greco) che rivelano Cristo come inizio e fine di tutto.

Il cerchio ripetuto tre volte indica invece l’importanza delle tre persone della Trinità: Padre, Figlio e Spirito Santo.

Siamo in un periodo storico in cui era importante affermare le verità di fede dal momento che erano diffuse molte eresie, ovvero dottrine che scivolavano nell’errore rispetto alla Verità della Chiesa.

Le dodici colombe rappresentano i dodici Apostoli, fondamento della Chiesa. Sono raffigurate nell’atto di volare verso una piccola croce arancione su fondo azzurro.

L’iconografia di questo splendido mosaico ci riporta al Mausoleo di Galla Placidia a Ravenna: cercalo sul web e nota le diversità e i punti di contatto.

TITOLO: CHRISMON
DATAZIONE: VI secolo
TECNICA: mosaico
COLLOCAZIONE: Battistero Paleocristiano di Albenga – volta della nicchia centrale
BREVE DESCRIZIONE:
cielo stellato con al centro il monogramma di Cristo, attorniato da dodici colombe bianche simboleggianti gli Apostoli.

Ti aspettiamo al Museo Diocesano e Battistero Paleocristiano di Albenga per scoprire altri simboli e perderti nella bellezza. Continua a seguirci sul web. A presto!

[a cura del Museo Diocesano di Albenga]